Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 ottobre 2016 7 02 /10 /ottobre /2016 07:11

 

Nel discorso del 01 Ottobre 2016 Papa Francesco in visita in Georgia afferma:

«Il gender è una guerra mondiale contro il matrimonio»

 

Nel mondo cattolico la teoria  del gender viene così interpretata

La teoria del gender è una idea che sostiene la non-esistenza di una differenza biologica tra uomini e donne determinata da fattori scritti nel corpo, ma che gli uomini e le donne sono uguali da ogni punto di vista; c'è quella differenza morfologica, ma non conta niente. Invece la differenza maschile/ femminile è una differenza esclusivamente culturale, cioè gli uomini sono uomini perché sono educati da uomini, le donne sono donne perché sono educate da donne.

Se non ci fossero queste costruzioni culturali non ci sarebbero differenze tra donne e uomini e il genere umano sarebbe fatto di persone uguali.

(http://www.vicariatusurbis.org/diaconatus/__nuovo/articoli/formazione/formazione0911.asp)

 

I non cattolici la giudicano polemica pretestuosa, retrogada e antiscientifica

Sara Garbagnoli sulla rivista AG About Gender commenta: la teoria del gender è un’invenzione polemica, un’espressione coniata sul finire degli anni ’90 e i primi 2000 in alcuni testi redatti sotto l’egida del Pontificio consiglio per la famiglia con l’intento di etichettare, deformare e delegittimare quanto prodotto in questo campo di studi. Poi ha avuto una diffusione virale quando, in particolare negli ultimi due-tre anni, è entrata negli slogan di migliaia di manifestanti, soprattutto in Francia e in Italia, contrari all’adozione di riforme auspicate per ridurre le discriminazioni subite dalle persone non eterosessuali.

 

 

Lo stato italiano, tramite il Ministero dell'Istruzione Italiano, ha preso posizione su questa controversa questione:

smentendo l'esistenza di questa fantomatica teoria e affermando che "nell'ambito delle competenze che gli alunni devono acquisire, fondamentale aspetto riveste l'educazione alla lotta ad ogni tipo di discriminazione, e la promozione ad ogni livello del rispetto della persona e delle differenze senza alcuna discriminazione."

Inoltre "pone all'attenzione delle scuole la necessità di favorire l'aumento delle competenze relative all'educazione all'affettività, al rispetto delle diversità e delle pari opportunità di genere e al superamento degli stereotipi di genere".

 

Certo sono opinioni non conciliabili e mi resta difficile condividere l'una o l'altra. Troppo viscerali. La cattolica odora di stantio, di chiusa e becera, ma l'altra sembrerebbe vera se si limitasse alle osservazioni scientifiche e non pretendesse di essere il rovescio del vestito che  vuole  dismettere, non è libera, non respira aria nuova.

 

Condividi post

Repost 0
Published by azzena
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di Piero Azzena
  • Blog di Piero Azzena
  • : Questo blog è solo la mia voce, resa libera dall'età. Questo blog è un memo, seppur disinvolto nei tempi e nei modi, dove chioso su argomenti la cui unica caratteristica è l'aver attirato la mia attenzione. Temi esposti man mano che si presentano, senza cura di organicità o apprensione per possibili contraddizioni. Temi portati a nudo, liberi da incrostazioni , franchi e leali.
  • Contatti