Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 dicembre 2016 6 24 /12 /dicembre /2016 07:07

 

Durante la messa recitiamo il Gloria che così inizia:

Gloria a Dio nell'alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà.

 

Ma non stiamo recitando un brano di vangelo, come sembrerebbe, infatti nel passo di Luca 2,14 troviamo scritto altro:

Gloria Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama.

 

La differenza sembrerebbe lieve ma lieve non è, la trovo sostanziale. V'è sostanziale differenza tra salario e dono, tra ricompensa e misericordia. Mai potremmo ripagare Dio, e lui non vuole scambi o paghe, è già tutto suo. Resta però una domanda dal sapore amaro perché durante la messa ci viene chiesto di recitare una preghiera non vera o almeno fuorviante? Fuorviante perché da Dio non si compra, lui regala.

 

Luca è il solo a sottolineare quest'aspetto del nostro rapporto con Dio, egli non fa che ribadire quanto scrisse il profeta Isaia (Is 55,1) :

1 O voi tutti assetati, venite all'acqua,
voi che non avete denaro, venite,
comprate e mangiate; venite, comprate
senza denaro, senza pagare, vino e latte.

 

Condividi post

Repost 0
Published by azzena
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di Piero Azzena
  • Blog di Piero Azzena
  • : Questo blog è solo la mia voce, resa libera dall'età. Questo blog è un memo, seppur disinvolto nei tempi e nei modi, dove chioso su argomenti la cui unica caratteristica è l'aver attirato la mia attenzione. Temi esposti man mano che si presentano, senza cura di organicità o apprensione per possibili contraddizioni. Temi portati a nudo, liberi da incrostazioni , franchi e leali.
  • Contatti