Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
3 gennaio 2020 5 03 /01 /gennaio /2020 11:08

Si parla tanto di come sarà la società futura, ne ha parlato persino Papa Francesco con-alla sua Curia nel discorso per Natale 2019, ma ecco qui un interessante punto di vista sulla nuova cultura cui l'web ci sta portando, volenti o nolenti, coscienti o meno  (il brano è tratto dal libro di Kevin Kelly "L’inevitabile"):

[...] Visibile su uno schermo, un libro diventa una rete di relazioni generate dal librare di parole e idee; connette lettori, autori, personaggi, idee, fatti, nozioni e storie, relazioni che vengono tutte amplificate, migliorate, allargate, accelerate, sfruttate e ridefinite dai nuovi metodi di visualizzazione.

Gli ebook di oggi mancano della fungibilità del testo digitale per eccellenza: Wikipedia. Ma alla fine, nel prossimo futuro, il testo degli ebook verrà liberato, e la natura autentica dei libri fiorirà: scopriremo così che non hanno mai voluto essere elenchi telefonici stampati, cataloghi cartacei di ferramenta o manuali tascabili. Questi sono lavori per i quali gli schermi e i bit sono molto superiori, per i quali né la carta né la narrazione sono adeguati. Quello che i libri hanno sempre voluto è essere annotati, evidenziati, sottolineati, ospitare segnalibri, riassunti, essere confrontati, collegati, condivisi e discussi; la digitalizzazione permette tutto questo e molto altro.

Possiamo vedere i primi scorci di questa rinnovata libertà dei libri nei dispositivi Kindle e Fire: mentre leggo posso (con qualche difficoltà) sottolineare dei passaggi che voglio ricordare, estrarli (non proprio facilmente, a oggi) e rileggere la mia selezione dei luoghi più importanti e memorabili. Ma, cosa più importante, posso permettere che la mia sintesi venga condivisa con altri lettori, e io posso leggere quella di un determinato amico, studioso o critico. È anche possibile filtrare le selezioni più popolari tra i lettori e iniziare così la lettura del libro in un modo del tutto diverso. Ciò consente a un pubblico più ampio di accedere alle annotazioni di altri autori importanti che hanno letto quel testo (sempre con il loro permesso), un beneficio del quale in passato solo pochi collezionisti di libri rari hanno potuto godere.

La lettura diventa sociale.

(dal cap 4 del libro di Kevin Kelly "L’inevitabile"):


 

Condividi post

Repost0

commenti

Présentation

  • : Blog di Piero Azzena
  • : Questo blog è solo la mia voce, resa libera dall'età. Questo blog è un memo, seppur disinvolto nei tempi e nei modi, dove chioso su argomenti la cui unica caratteristica è l'aver attirato la mia attenzione. Temi esposti man mano che si presentano, senza cura di organicità o apprensione per possibili contraddizioni. Temi portati a nudo, liberi da incrostazioni , franchi e leali.
  • Contatti