Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
10 novembre 2010 3 10 /11 /novembre /2010 09:21

Quando c'è un disastro vengono stanziati tanti soldi, si raccolgono tanti soldi ma ci dicono pure che ne mancano sempre, per cui  mi sono sempre chiesto: ma dove finiscono i soldi?

 

Oggi comincio ad avere delle sensazioni, non ho certezze ma avverto molti angoli oscurati.

 

Primo:
Le braccia dei volontari servono, ma chi fa il volontario lo fa proprio per la "gloria"?
Certo la truppa ci crede, a parte la fastidiosa aria di scampagnata, resa tronfia dal senso appagante di sentirsi utili facendo poco cioè a basso prezzo. A L'Aquila, quando tornavo e mi guardavo intorno, i volontari mi sembravano persone in gita premio, approssimazione e goliardia non mancavano.

Ma non c'era solo la truppa, c'erano anche i capi e capetti e sta emergendo sempre più l'immagine di persone che nei soldi s'è saputa muovere e molto bene peccato che fosse a propria utilità.
 
Secondo
Queste organizzazioni che gestiscono le offerte non costeranno più delle offerte raccolte?
Ogni tanto qualche notizia, in qualche intervista, sfugge e, riflettendole,  l'impressione che se ne ricava è che molte organizzazioni costino più di quanto raccolgono.
Di certo vedendo quelle sedi in TV non si può non riconoscere che molti ne abbiano fatto un mestiere con relativo stipendio. Ribadisco che ci sono i "puri", ma sono rondini che non fanno primavera, troppo poche.

 

Terzo
I soldi promessi, stanziati a parole esistono veramente? o sono a quando arrivano, a babbo morto?
Inoltre o lo Stato cade sempre dal pero o mi devono spiegare perché per ogni iniziativa serve un'organizzazione questuante. Ne ho sentito dai nomi più strani e per le più strane finalità.

 

E' una ben strana società la nostra!

 

Condividi post

Repost0

commenti

Présentation

  • : Blog di Piero Azzena
  • : Questo blog è solo la mia voce, resa libera dall'età. Questo blog è un memo, seppur disinvolto nei tempi e nei modi, dove chioso su argomenti la cui unica caratteristica è l'aver attirato la mia attenzione. Temi esposti man mano che si presentano, senza cura di organicità o apprensione per possibili contraddizioni. Temi portati a nudo, liberi da incrostazioni , franchi e leali.
  • Contatti