Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
28 febbraio 2014 5 28 /02 /febbraio /2014 17:24

Finiva il 1400 e iniziava il 1500, in quei 30 anni accaddero 4 fatti che segnarono i secoli avvenire:

  1. Venerdì 12 ottobre 1492, Colombo pone piede sull'isola di san Salvador, in America. La nuova via, le circunnavigazioni, la dimostrazione provata che la  terra è rotonda  
  2. Nel 1506 Copernico cominciò a scrivere di in un universo infinito, con il Sole al centro. 
  3. Il 31 ottobre 1517 Lutero affigge le 95 tesi sul portone della Chiesa di Wittenberg. Nasce un pensiero che chiede di essere orgogliosamente mio e non sviluppo di altrui pensiero, prona interpretazione.   
  4. Nel 1527 avviene il sacco di Roma ad opera delle truppe dei lanzichenecchi al soldo dell'Imperatore Carlo V d'Asburgo. Anche fisicamente il potere crolla. Una delle città del pensiero agostiniano crolla. Alla seconda città ci penserà la ghigliottina.

 

Ma noi viviamo nel 2000 e le novità che ci lascia in eredità il 1900 si sintetizzano in un nome che sta cambiando il mondo presente e segnando quello futuro: l'informatica.

 Un nome che si esplica in mille rivoli, una macchia che si difonde ormai senza controllo e che ha cambiato colore a tutto in una diffusione capillare, un mostro buono e cattivo che ormai vive di vita sua. Eccone alcuni accenni 

  1. La legge di Moore, finora sempre confermata, dice: " Le prestazioni dei processori, e il numero di transistor ad esso relativo, raddoppiano ogni 18 mesi". Questo significa che l'informatica si autoalimenta in un continuo sviluppo esponenziale, incontrollabile;
  2. l'universalità e diffusione dell'energia e degli automatismi, in tutti i campi dalla salute alla produzione, dal tempo libero alla vita tutta (tv, telefonini, navigatori, internet...).
  3. lo sviluppo massiccio e applicato della conoscenza, dagli spazi siderali con i viaggi fuori della terra all'ingresso nelle forze della natura, siano essi DNA,  atomi di uranio, chimica o biologia. 

 

Ma nel 2000 i problemi sociali restano, resistono, ci sono....!  Viviamo meglio, viviamo più a lungo, ma non tutti.

 

Da qui la domanda di una suorina al direttore della NASA nel 1970: perché sprecate risorse?Cioè chi dà il diritto ad una nazione di utilizzare parte delle risorse, e neanche poche, per un sogno, quando vediamo persone soffrire?

 

Condivido la risposta del direttore della NASA. Se stiamo bene, e in molti per non dire quasi tutti, è perché qualcuno ha "sprecato", ha sognato.  Il futuro va costruito ed ha una sua spesa.

 

Se ci mangiamo tutto, si forse saremo sazi, ma ci sarà un domani e con che cosa semineremo allora?


So che alcuni additano sprechi e profittatori. E' vero, esistono. La verità è che esisterranno sempre, dobbiamo  fermarci o continuare per la nostra strada, fidando nei tanti onesti e sinceri? Se tra 100 tentativi inutili o falsi anche uno solo riesce, ne valeva la pena investirci...

 

Queste sono le regole dell'evoluzione, da cui noi uomini non siamo svincolati, proprio  come società.

 

 

la terra dalla luna
la terra dalla luna
di azzena

Condividi post

Repost0

commenti

Présentation

  • : Blog di Piero Azzena
  • : Questo blog è solo la mia voce, resa libera dall'età. Questo blog è un memo, seppur disinvolto nei tempi e nei modi, dove chioso su argomenti la cui unica caratteristica è l'aver attirato la mia attenzione. Temi esposti man mano che si presentano, senza cura di organicità o apprensione per possibili contraddizioni. Temi portati a nudo, liberi da incrostazioni , franchi e leali.
  • Contatti