Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
5 marzo 2011 6 05 /03 /marzo /2011 16:31


“”L'evoluzione, che ha portato alla differenziazione e complessificazione delle specie multicellulari, non sarebbe possibile se i singoli individui non morissero dopo aver procreato.

La morte (conseguenza di degrado corporale, di malattia o di incidenti) e la sofferenza fisica, che necessariamente l'accompagna, è l'ombra necessaria di quel processo che ha portato, in miliardi di anni dalle prime forme di vita monocellulari all'uomo capace di rivolgersi a Dio con confidenza. “”

 

Pertanto …

“ il problema posto alla teologia dalla relazione tra giustizia di Dio e presenza nel mondo del male fisico si stempera fino a quasi scomparire: una volta scelta la strada dell'evoluzione delle specie per arricchire l'Universo di intelligenze libere, non esiste altra possibilità che accettare la sofferenza e la morte.””

U. Amaldi, dal Big Bang all’uomo. (Vita e pensiero del 6 novembre 2010)

 

Il male nel mondo è il problema di fondo?  Parrebbe certo, ma c'è anche chi non la pensa così. Comincio a pensare che costoro non abbian torto e, allora, va cercata una chiave di lettura, un'interpretazione diversa.

Condividi post

Repost0

commenti

Présentation

  • : Blog di Piero Azzena
  • : Questo blog è solo la mia voce, resa libera dall'età. Questo blog è un memo, seppur disinvolto nei tempi e nei modi, dove chioso su argomenti la cui unica caratteristica è l'aver attirato la mia attenzione. Temi esposti man mano che si presentano, senza cura di organicità o apprensione per possibili contraddizioni. Temi portati a nudo, liberi da incrostazioni , franchi e leali.
  • Contatti