Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
30 gennaio 2012 1 30 /01 /gennaio /2012 18:20

 

Cara Gea

io non ho la possibilità di avere i numeri del mercato ma seguo, pertanto ti trasmetto, cioè ti sottolineo quello che mi sembra più rilevante. 

Amo gli eBook, li amo perché li uso e non filosoficamente o per principio, pertanto mi chiedo fino a quando gli editori resisteranno sui loro dissennati e inspiegabili prezzi per i libri? E, ancora, per quanto tempo avremo ancora librerie e non negozi di antiquariato cartaceo?

 Ecco un parere sensato.

 

Antonio Tombolini, fondatore di Simplicissimus – una delle aziende piú attive in Italia nel settore dell’editoria digitale – ha pubblicato sul suo blog un post decisamente interessante che fa il punto sullo stato dell’arte del mercato degli ebook italiano , fornendo una serie di dati dei quali ci sembra opportuno riprendere brevemente i principali,rimandandovi al post originale per maggiori dettagli.

1 ) Le vendite di ebook in Italia hanno totalizzato in tutto il 2011 circa 3,7 milioni di Euro, centomila euro più centomila euro meno. Ovvero meno dello 0,3% del mercato totale dei libri trade (fiction e non-fiction). Per circa 500mila ebook venduti nel corso dell’anno. Circa 1400 di media al giorno. Poco o tanto? Tanto, fidatevi: l’argine è rotto, entro il 2015 gli ebook rappresenteranno anche in Italia almeno il 20% del mercato. E dico almeno.

2 ) Fino al 30 novembre 2011 Ibs guidava incontrastata la classifica delle librerie che vendono più ebook, anche se tallonata abbastanza da vicino da Feltrinelli, in rimonta. Diciamo che Ibs pesava probabilmente, fino a quella data, almeno il 40% delle vendite ebook totali.

3 ) Dal 1 dicembre 2011 non è più così: nel mese di dicembre, al suo primo mese di attività, il Kindle Store di Amazon ha raggiunto e superato le vendite di Ibs.it, praticamente facendo aumentare, in un solo colpo, del 50% il mercato totale degli ebook. Vuol dire che nel 2012 il mercato degli ebook varrà all’incirca il quadruplo del 2011. E forse di più, se gli editori si decideranno ad a) aumentare drasticamente i titoli disponibili; b) abbassare i prezzi sotto la soglia massima dei 7 euro.

4 ) Apple non è ancora partita come si deve con iBooks, ma lo sta facendo già in queste prime settimane del 2012, e c’è da attendersi che questo comporti una ulteriore accelerazione per il mercato: un canale in più, e molto importante, per gli ebook standard, e un canale in più, e che canale, per gli enhanced books da produrre col nuovo tool di authoring di Apple, rilasciato due settimane fa, iBooks Author: questo apre il campo a interi settori (illustrati, reference, guide, scuola) che finora, a causa delle limitazioni dell’EPUB, non avevano potuto aggiungersi all’offerta ebook.

5 ) Stesso ragionamento vale per il lancio di Kindle Fire anche in Italia, che avverrà probabilmente già in primavera.

 

Condividi post

Repost0

commenti

Présentation

  • : Blog di Piero Azzena
  • : Questo blog è solo la mia voce, resa libera dall'età. Questo blog è un memo, seppur disinvolto nei tempi e nei modi, dove chioso su argomenti la cui unica caratteristica è l'aver attirato la mia attenzione. Temi esposti man mano che si presentano, senza cura di organicità o apprensione per possibili contraddizioni. Temi portati a nudo, liberi da incrostazioni , franchi e leali.
  • Contatti